GNUDI ROSSI ALLA BARBABIETOLA

Ingredienti GNUDI ROSSI ALLA BARBABIETOLA

500 g di ricotta (preferibilmente di pecora)
150 g barbabietola cotta, sbucciata e tagliata a dadini
60 g di noci tostate e tritate
75 g di parmigiano reggiano grattugiato
1 cucchiaino di scorza di arancia grattugiata, più un po’ per guarnire
1 kg di farina di semola
una noce di burro, fuso
1 cucchiaio di succo d’arancia

GNUDI ROSSI ALLA BARBABIETOLA

GNUDI ROSSI ALLA BARBABIETOLA

Preparazione GNUDI ROSSI ALLA BARBABIETOLA

PER 4

Mettete la ricotta in un colino e lasciatela scolare per un’ora (o anche tutta una notte).

Frullate la barbabietola cotta insieme con le noci tritate e la ricotta. Unite il parmigiano e la scorza di arancia; salate e pepate a piacere.

Versate più di metà della farina di semola in una teglia larga. Formate delicatamente delle palline d’impasto (circa 3 cm di diametro) e appoggiateli con cura nella teglia con il semolino, girandole per coprirle bene con uno strato di farina. (L’impasto sarà molto morbido, potrebbe essere necessario di usare due cucchiai per formare le palline, invece delle mani). Coprite le palline con il resto della farina e mettete la teglia in frigorifero. Lasciate riposare i vostri gnudi per un paio di ore (o meglio, per una notte).

Togliete gli gnudi dalla farina e trasferiteli nell’acqua bollente in una grossa pentola. Cuoceteli per 3-4 minuti, e appena tornano a galla, scolateli con un mestolo forato, trasferiteli in una ciotola calda e conditeli con il burro fuso e il succo d’arancia.

Servite 7-8 gnudi per persona e guarnite con scorza d’arancia grattugiata.

Potrebbe interessarti anche

Stricchetti alla Bolognese di Pellegrino Artusi

Ingredienti Stricchetti alla Bolognese di Pellegrino Artusi

Per gli stricchetti:
400 gr. farina di grano tenero per pasta fresca (io uso Mulino Grassi)
4 uova possibilmente gialle
40 g Parmigiano Reggiano grattugiato fine
noce moscata

Per il sugo:
100 gr. di prosciutto crudo a listarelle
250 di piselli surgelati
uno scalogno grande
½ bicchiere di vino bianco secco
30 gr. di burro
parmigiano reggiano q.b.
sale&pepe nero

Stricchetti alla Bolognese di Pellegrino Artusi

Stricchetti alla Bolognese di Pellegrino Artusi

Preparazione Stricchetti alla Bolognese di Pellegrino Artusi

Per gli stricchetti:

intridete la farina con le uova, il Parmigiano e la noce moscata
tiratene una sfoglia non tanto sottile e tagliatela con la rotella smerlata in tante striscie larghe un dito e mezzo
poi, con la stessa rotella, tagliate queste striscie in isbieco e alla medesima distanza di un dito e mezzo per farne tanti pezzettini in forma di mandorla
prendeteli uno alla volta e stringete con le dita le 4 punte, due al di sopra e due al di sotto per formarne come due anellini attaccati insieme

Per il sugo:

Fate il soffritto con lo scalogno in una grande padella dove potete poi condire la pasta.
Aggiungete le listarelle di prosciutto e lasciate insaporire per alcuni minuti. Aggiungete il vino e lasciate evaporare a fuoco vivace.
Aggiungete i piselli e un mestolo di acqua calda e cuocete con il coperchio per dieci minuti.
Cuocete gli stricchetti e metteteli nella padella con il sugo, aggiungete il parmigiano e il pepe nero. Spadellate per alcuni minuti e servite.

Potrebbe interessarti anche

Maglie di Sicilia allo zafferano in stimmi

Ingredienti per 4 persone:

320 g di maccheronci di Libera Terra
4 zucchine piccole e tenere
1 cipolla bianca
200 g di pomodorini datterino
5-6 stimmi di zafferano circa a persona (www.zafferanoilredeire)
Parmigiano Reggiano q.b.
olio extra vergine di oliva

Maglie di Sicilia allo zafferano in stimmi

Maglie di Sicilia allo zafferano in stimmi

Procedimento:
mettere la pentola dell’ acqua per la pasta sul fuoco tagliate la cipolla e fatela soffriggere con l’ olio
unite le zucchine tagliate a rondelle e fate cuocere per alcuni minuti
nel frattempo mettete i pistilli/stimmi di zafferano con mezzo bicchiere di acqua di cottura a marinare
aggiungete i pomodorino tagliati a metà e fateli appassire
aggiungete lo zafferano e cuocete finché non evapora tutto il liquido
cuocete e unitela al sugo e fate cuocere per altri 5 minuti
servite con una generosa manciata di parmigiano.

Potrebbe interessarti anche

SPAGHETTI CON AVOCADO, ZUCCHINE E ZAFFERANO

Ingredienti per 4 persone:

2 zucchine novelle, tagliate a striscioline
1 avocado maturo
un pizzico di peperoncino
il succo di mezzo limone
1 bustina di zafferano
400 g di spaghetti
foglie di basilico, per decorare
sale e pepe, a piacere
Fate bollire una pentola d’acqua salata per la pasta. In frattempo scaldate un filo d’olio in una padella e rosolateci le zucchine finche’ saranno tenere. Salate e pepate a piacere e mettete da parte.

SPAGHETTI CON AVOCADO, ZUCCHINE E ZAFFERANO

SPAGHETTI CON AVOCADO, ZUCCHINE E ZAFFERANO

Buttate la pasta e cuocete per il tempo indicato. In frattempo sbucciate l’avocado, tagliatelo a metà, eliminate il nocciolo, mettetelo in un mixer con il peperoncino, il succo del limone, lo zafferano precedentemente sciolto in poca acqua calda e frullate il tutto. Scolate la pasta, tenendo da parte qualche cucchiaio dell’acqua di cottura. Diluite la crema di avocado con un cucchiaio o due di acqua di cottura per ottenere la consistenza giusta. Condite la pasta con la crema di avocado, quindi guarnite con le zucchine rosolate e le foglie di basilico.

Potrebbe interessarti anche

Zuppetta Di Fagioli

300 G Fagioli
2 Fettine Prosciutto Crudo
150 G Olio D’oliva
1/2 Cavolo Nero
4 Cimette Cavolfiore
10 Foglie Bietola
1 Patata
1/2 Spicchio Aglio
1 Cipolla
1 Bicchiere Passato Di Pomodoro
1 Gambo Sedano
1 Cucchiaio Prezzemolo Fresco Tritato
Sale
Pepe
Tenete a bagno i fagioli per due/tre ore poi lessateli in acqua salata con moderazione. In una pentola scaldate l’olio e insaporitevi un trito di aglio cipolla, prosciutto e sedano. Quando hanno preso colore unite le cimette di cavolfiore sbriciolate, le foglie di cavolo e di bietola tagliuzzate, la patata a pezzetti. Salate, pepate e versate nel recipiente anche il passato di pomodoro. Aggiungete via via i fagioli con la loro acqua di cottura tranne due mestoli che frullerete e poi aggiungerete a cottura ultimata per addensare questa saporita, gustosa zuppa.

Zuppetta

Potrebbe interessarti anche
Pagina successiva »